Pfizer sceglie Genova per studio su effetti collaterali. Quindi ce ne sono?

GENOVA – La multinazionale Pfizer-Biontech ha scelto Genova, unica città in Italia, per uno studio sui vaccini anti-covid. Assoldando volontari.

Quindi dopo oltre un anno, e dopo aver vaccinato di tutto e di più, con le buone e con le cattive, parte lo studio sugli effetti collaterali della somministrazione dei vaccini. “Fate con comodo” ci verrebbe da dire. Ma ci risponderebbero: “Che potevamo fare, c’era fretta e i macachi son protetti dal WWF”. Giusto. “Ma non avevate detto che non c’erano effetti collaterali?” obietteremmo. Ma ci risponderebbero: “E che ne sapevamo? C’era fretta e i macachi etc etc…Ci abbiam provato insomma, a vostro rischio e pericolo ovviamente”.

Ordunque a breve la Pfizer avrà i suoi dati certi sugli effetti collaterali, finalmente. Al modico costo di 171 euro per cavia. Grazie a tutti per la collaborazione.

Questo l’articolo di Ansa.it:

Sono tre i Paesi coinvolti, 20 i centri di ricerca tra i quali l’unico italiano è quello diretto dal professor Giancarlo Icardi, direttore del dipartimento di Igiene dell’ospedale policlinico San Martino.

L’indagine, come riporta l’edizione locale di Repubblica, coinvolgerà 13 mila persone nel mondo. A Genova…