Petrolio. I dolori sudamericani che frenano lo sviluppo della produzione

 

Dal punto di vista energetico il Sud America ha enormi potenzialità a partire dalle produzioni petrolifere  per poi, teoricamente, passare anche alle rinnovabili, nucleare etc. Sottocapitalizzazione preconcetti, prop e i politici, instabilità, sfruttamento da parte di grandi potenze opportunistiche però ne frenano le possibilità che sarebbero, invece, un toccasana per la crescita mondiale. In tutto questo l’Europa, ormai angolo polveroso del mondo, assiste ignava. Eppure avremmo molto da fare per aiutare loro e noi stessi, ma ormai siamo avviati all’implosione.

Ecco un riassunto dei principali casi di studio relativi al petrolio nei paesi dell’America Latina:

Petrobras aumenta i prezzi del carburante per i consumatori. Politicamente può finire male

È probabile che presto gli automobilisti brasiliani siano arrabbiati dopo che la compagnia petrolifera statale del paese, Petrobras, mercoledì ha aumentato i prezzi della benzina e del diesel. La mossa è in linea con le fluttuazioni dei mercati globali, ha affermato la società. L’azienda, nota anche come Petróleo Brasileiro, ha dichiarato in una dichiarazione che il prezzo medio della benzina all’ingresso della raffineria salirà a 3,24 reais (0,58 dollari) al litro da 3,09 reais, mentre i…