perché serve subito la pace – Libero Quotidiano

Vittorio Feltri

Sarà perché sono di Bergamo e non c’è nulla di internazionale nel mio animo montanaro, ma non capisco il senso della guerra che funesta l’Ucraina e pure la Russia . Il conflitto che divide i due Paesi avviene per questioni territoriali: questa regione è mia e me la tengo io; no, non è tua e me la ripiglio io. E giù bombe a grappolo e missili, città rase al suolo, case senza riscaldamento e prive di acqua potabile. Senza contare le migliaia di morti ammazzati, tra cui vecchi e bambini, persino cani e gatti.

 

 

 

Pare che i russi contino 80 mila morti e gli ucraini il doppio. E la macelleria continua ad essere attiva da oltre 8 mesi e nessuno dei due contendenti sembra abbia intenzione di smetterla di sparare a capocchia. Intanto la gente crepa perché colpita dalle armi o perché congelata, dato che da quelle parti il ​​generale inverno nel corso dei secoli ne ha già stecchiti parecchi. Lo sanno anche i bambini delle elementari, cioè tutti, tranne due imbecilli, Putin e Zelensky,i quali non si rendono conto di sottoporre a due popoli una tortura infinita. Essi non comprendono che, andando avanti di questo…