“Perché io?” – Libero Quotidiano

“Perché io? Aiuto!”: queste le parole urlate da Roberto Malaspina, il ragazzo italiano rimasto ferito a New York dopo l’attacco di Vincent Pinkney, che aveva appena finito di accoltellare e uccidere un altro italiano, un ricercatore di 30 anni, Davide Giri. Il dottorando piemontese della Columbia University stava rientrando a casa verso le 11 di sera di giovedì dopo una partita di calcio con la sua squadra, il NY International FC, quando è stato attaccato e colpito allo stomaco. Le coltellate si sono rivelate fatali e il ricercatore è morto poco dopo l’arrivo tempestivo dei soccorsi.

 

 

Davide Giri, lo studente accoltellato a New York. Il ricordo straziante della sua squadra di calcio

Video su questo argomento

 

L’altro italiano rimasto ferito, invece, adesso si trova in condizioni stabili all’ospedale Mount-Sinai Saint Luke. L’aggressore, che poco dopo i due attacchi ha cercato di accoltellare invano un terzo uomo, è stato fermato e arrestato dalla polizia. Pinkney, in realtà, era già finito in manette più di 11 volte a partire dal 2012 per via di rapine e altri reati. Inoltre, farebbe parte della gang “Every Body Killer”.

 

 

 

La fidanzata della vittima, Ana Gonzalez, ha rilasciato qualche dichiarazione al New York Post,…