Perché il mosaico fiscale meloniano è una fuga dalla realtà

Le sfacciate coordinate della “tregua esattoriale”, il nuovo tetto del contante, la  sanatoria per i commercianti sprovvisti di Pos, l’allargamento della flat tax: così il governo darà una mano a piccoli e grandi evasori

Si scrive pace fiscale, si legge evasione dalla realtà. Le prime notizie relative alle coordinate individuate dal governo per mettere a punto la così detta “tregua esattoriale” indicano una direzione della maggioranza tanto chiara quanto sfacciata. La sintesi è presto detta: tutti gli avvisi ricevuti dal 2000 a oggi dall’Agenzia delle entrate possono essere pagati senza dover versare né interessi né sanzioni (una sanzione ci sarà, ma solo simbolica). Tutte le cartelle esattoriali inferiori ai mille euro relative al periodo che va dal 2000 al 2016 verranno azzerate. Tutte le cartelle ricevute tra il 2000 e il 2022 inferiori ai 3.000 euro, tranne quelle inferiori ai 1.000 euro relative come detto al periodo che va dal 2000 al 2016, potranno essere pagate senza sanzioni e interessi e con uno sconto che potrebbe andare da un minimo del 50 per cento della cifra dovuta a un massimo dell’80 per cento. Tutte le cartelle dal valore superiore ai 3.000 euro saranno pagabili con una rottamazione a lungo termine senza…