per non dimenticare l’orrore della Shoah

Il 27 gennaio si celebra la Giornata della Memoria, in cui si ricordano le vittime della Shoah, il genocidio degli ebrei che persero la vita nei campi di concentramento nazisti. 

Giornata della memoria Lettoquotidiano.it

Questa mattina, i presidenti di Senato e Camera hanno deposto una corona di fiori in Largo 16 ottobre 1943 a Roma, diventato il simbolo della deportazione degli ebrei romani.

La Giornata della Memoria: perché proprio il 27 gennaio?

Ventiquattro ore, basteranno 24 ore all’anno per non dimenticare l’Olocausto e le vittime della follia umana? Non è certo che bastino, né che gli italiani, e non solo loro, abbiano memora lunga.

Solo qualche giorno fa un 12enne di origini ebraiche è stato aggredito da 2 ragazzine nel livornese, mentre passeggiava al parco. Un’aggressione violenta, inaudita, senza alcuna ragione di esistere, ma mossa da “pure” motivazioni razziali.

Giornata della memoria
Giornata della memoria Lettoquotidiano.it

L’adolescente è stato aggredito perché “colpevole” di essere ebreo. Alla luce dell’ennesima violenza, forse allora la Giornata della Memoria, che tutto il mondo celebra in questa giornata, non basta a raccontare, ricordare, imprimere nella mente l’orrore che milioni di ebrei hanno vissuto sulla loro pelle.

Ma perché proprio il 27 gennaio per…