per gli analisti il salvataggio torna in bilico- Corriere.it

Un impegno pi ridotto, attorno a cento milioni, al massimo 150, senza rinegoziare a pi lungo termine gli accordi assicurativi tra il gruppo europeo e il Monte dei Paschi di Siena ma essere in partita. Perch il tempo stringe per l’aumento di capitale da 2,5 miliardi dell’istituto senese che il ceo Lovaglio vuole fare partire luned 17 ottobre per chiudere entro il 12 novembre. La decisione di Axa sarebbe presa, in base al vertice di ieri a Milano. Con tutta probabilit dovrebbe seguire Anima sgr, l’altro partner industriale, qui nel settore del risparmio gestito, di Mps.

Nessuna delle societ ha fin qui preso impegni scritti per quella porzione di 900 milioni dell’aumento riservata al mercato. Cos come non lo hanno fatto i potenziali sottoscrittori della manovra, che trasformeranno l’interesse in ordini solo dopo la partenza dell’aumento. Farlo prima congelerebbe infatti la possibilit per loro di fare eventuali acquisti di titoli Mps in via preliminare. Sarebbe una delle ragioni per cui l’imprenditore francese Denis Dumont, l’investitore londinese Hosking partners e Algebris non hanno firmato accordi. Cosa che ha fatto emergere punti di vista diversi tra le banche del consorzio che ha come capofila Mediobanca, Bofa, Citi e Credit Suisse che puntano a una…