««Per De Luca divido il Paese? Eppure sull’autonomia chiedeva le stesse cose»- Corriere.it

di Marco Cremonesi

Il ministro per gli Affari regionali e le Autonomie : lui fa il furbo, ma ho le carte del 2019 che lo dimostrano

«Io non so se chi parla in questi giorni sia il presidente della Campania Vincenzo De Luca, Maurizio Crozza che fa De Luca, o un terzo De Luca ancora…». Roberto Calderoli si rigira tra le mani alcuni fogli. Il ministro per le Autonomie ride sotto i baffi: «Sa che cosa sono».

Ovviamente no. Me lo dica lei…

«È la proposta di intesa firmata nel 2019 dal governatore della Campania De Luca. È, in pratica, la Regione Campania che chiede quelle autonomie che oggi, secondo non so quale dei De Luca, dividerebbero il Paese».

Non era già noto che a suo tempo anche la Campania era tra le Regioni che avevano chiesto alcune competenze?

«Forse. Ma è il leggere la proposta oggi che fa pensare a Crozza. Mi faccia premettere: per me De Luca è una persona simpatica e furba in maniera incredibile. Credo anche che sia stato un grande sindaco di Salerno. Ma, come governatore della Campania, emerge troppo il lato furbacchione».

«Non lo so. So che oggi De Luca mi attacca frontalmente, cerca di costruire un fronte del Sud contro l’autonomia e sostiene che io stia cercando di spaccare il Paese perché voglio attuare la Costituzione….