per battere la crisi proroghiamo le moratorie- Corriere.it

L’utile netto presentato da Banco Bpm al mercato la scorsa settimana, pari a 652 milioni di euro, il miglior risultato dalla nascita del gruppo, quasi sei anni fa. Le sofferenze, sintetizzate nel Npe ratio lordo, sono al 4,7 per cento, il che significa che gi stato raggiunto l’obiettivo che il piano strategico fissava al 2024. E in Borsa il gruppo guidato dall’amministratore delegato Giuseppe Castagna registra la migliore performance tra i competitor negli ultimi 24 mesi: + 75 per cento. Ci sono voluti quasi sei anni, ma dalla scorsa settimana quella del Banco Bpm non pi solo la storia di un risanamento di successo: diventato a tutti gli effetti il terzo gruppo italiano. Lontanissimo da Intesa e Unicredit, ma anche, in direzione opposta, da tutte le altre, al punto da promettere 900 milioni di utile nel 2023.

Castagna, tempo di festeggiare?

Sono eccellenti risultati, per certi aspetti da record e abbiamo anche dato una visibilit molto chiara sull’anno prossimo che sicuramente contribuisce all’apprezzamento ricevuto da parte del mercato. Certo, i numeri poi bisogna farli, non basta dichiarare, ma ne siamo molto convinti. Rispetto a sei anni fa abbiamo 200 punti in pi di capitale e 25 miliardi in meno di crediti…