Pensioni, le spiegazioni dell’Inps sulle novit 2023: i ventenni dovranno lavorare pi di 46 anni | Il pensionometro

I chiarimenti dell’Inps

La legge di Bilancio 2023 ha apportato una lunga serie di modifiche che stanno richiedendo l’intervento dell’Inps. Sul tema delle pensioni, ad esempio, la gestione di Quota 103, la proroga dell’Ape sociale e le novit introdotte per Opzione donna, ma anche il progressivo avvicinamento alla fine del Reddito di cittadinanza e le nuove modalit di erogazione dell’Assegno unico universale e del congedo parentale, hanno spinto l’Istituto a pubblicare le nuove Faq. Conti alla mano, gi si pu dire che per i giovani la pensione diventa un obiettivo ancora pi lontano. Come ha scritto Andrea Carbone su Corriere, un 20enne che oggi si affacciasse al mondo del lavoro e che avesse una carriera continua, potrebbe andare in pensione tra i 64 ed i 68 anni. Ma se fosse invece un 30enne ad iniziare oggi a lavorare stabilmente, l’et della pensione potrebbe spostarsi fino a 72 anni.
Vediamo allora, quali sono le indicazioni fornite dall’Istituto necessarie ai contribuenti per sapersi muovere consapevolmente tra le recenti riforme varate dal governo e proviamo a fare qualche esempio di pensionamento futuro in base all’et anagrafica di oggi.

Leggi anche:Pensioni, il sistema italiano pu reggere? Il peso (insostenibile) delle uscite anticipate