Pensioni, come cambiano a ottobre tra bonus, rivalutazione e anticipo del recupero inflazione

1/7

Gli adeguamenti in attesa del 2023

Il grande adeguamento delle pensioni, rivalutate in base ai dati definitivi sull’inflazione del 2022, si avr a gennaio prossimo(con un allarme gi lanciato dall’Ufficio parlamentare di bilancio che ha calcolato una ripercussione di questo adeguamento difficilmente inferiore ai 25 miliardi di euro). Ma prima di arrivare a quell’importante appuntamento, i circa 16 milioni di italiani titolari di prestazioni pensionistiche si avvantaggeranno di un conguaglio, di un anticipo e di un bonus. A partire da ottobre, dunque, le pensioni saranno pi alte, grazie all’anticipo della rivalutazione degli assegni, un ulteriore innalzamento ci sar dal primo novembre con il conguaglio per il calcolo della perequazione per l’anno 2021.Vediamo allora pi nel dettaglio questi aumenti.

1/7