Pensioni, aumento di 10 euro. La protesta dei sindacati: «Una vergogna»- Corriere.it

Le risorse stanziate dal decreto Aiuti bis per il taglio al cuneo fiscale e per la rivalutazione degli assegni pensionistici sono insufficienti. A dirlo sono il segretario generale della Uil, Pierpaolo Bombardieri, e quello della Cgil, Maurizio Landini. «Per i lavoratori dipendenti, dalla proposta che ci è stata illustrata parliamo di un esonero che passerebbe da 0,8 a 1,8%, che comporterebbe un aumento lordo per i lavoratori dipendenti nei 6 mesi di 100 euro. Per i pensionati la rivalutazione del 2% che loro propongono comporta un aumento nei 3 mesi di 10 euro ogni 500 euro di pensione. E l’anticipo del conguaglio di cui loro parlano dello 0,2 comporterebbe un aumento sull’anno di 1 euro al mese ogni 500 euro», ha evidenziato Bombardieri al termine dell’incontro sul dl Aiuti al ministero dell’Economia e delle Finanze di mercoledì 3 agosto.

Uil: i partiti non danno risposte ai problemi reali

Questo conferma «la distanza tra quello che avviene in quel palazzo e la vita reale. La politica e i partiti fanno tutti i giorni grandi proposte e grandi promesse, ma poi quando si tratta di agire sono tutta fuffa. I partiti dimenticano di dare risposta ai problemi reali del Paese», ha ribadito Bombardieri intervenendo a Radio anch’io. «Orlando – ha continuato il…