Pd prima forza. Lo stop a chi vuole aprire al M5S- Corriere.it

di Monica Guerzoni

Il leader sprona i suoi: ora basta parlare di Calenda. Il duello con Meloni: ogni voto a Conte va alla destra

Adesso basta parlare di Calenda. Dopo la batosta sul fronte alleanze Enrico Letta sprona i dem a cambiare marcia. Il segretario del Pd ha fretta di archiviare il clamoroso strappo del leader di Azione, per buttarsi nella sfida al centrodestra. Al momento i sondaggi sfornano numeri impietosi per la coalizione guidata dall’ex premier, eppure Letta si dice certo che il Pd sar il primo partito: Vogliamo vincere le elezioni e rovesciare questa campagna elettorale cominciata per colpa di Conte con la caduta del governo Draghi. Ma ora per Letta il pericolo la destra. Se Giorgia Meloni sar premier il segretario dem prevede contraccolpi molto pesanti sui fondi del Pnrr, che sono vitali per l’Italia. E se Salvini vuole rinegoziare con l’Europa i soldi del Recovery e del Next generation Ue, il leader del Pd avverte: Su questo non si scherza.

A leggere le stime dell’Istituto Cattaneo il centrosinistra sarebbe in grado di conquistare solo 23 dei 147 collegi uninominali per la Camera e solo 9 su 74 per il Senato. Ma anche se la legge elettorale premia chi si coalizza, il leader del Pd non orientato a cambiare idea sulle alleanze. Crede di…