Pd, Luisa Torsi si isola: «La bocciatura mi sarà utile, ora la battaglia per le donne»

Mezzogiorno, 1 ottobre 2022 – 09:48

La scienziata, candidata con il Pd e non eletta a Bari, non si inserisce nelle polemiche interne al suo partito: «Nessuna donna eletta nel centrosinistra pugliese, la questione va affrontata seriamente»

di Francesco Strippoli



Professoressa, che pensa?

«È un problema il fatto che in Puglia non sia stata eletta nessuna donna del centrosinistra: è una questione che va affrontata con una strategia di partito e, diciamo così, di sistema. Ma il problema è più ampio delle candidature».

«Provi a guardare la foto degli otto scienziati che hanno portato al presidente Mattarella il documento con le loro preoccupazioni per il clima: sono tutti uomini. La nostra società dovrebbe maturare una consapevolezza al riguardo: se in un consesso ci guardiamo attorno e vediamo solo uomini, dobbiamo porci il problema di aver sbagliato qualcosa».

Assegnare una candidatura “sicura” può essere il rimedio?

«La scarsa presenza delle donne nelle posizioni apicali in politica è un problema. E va soppesato anche in chiave statistica: di quante donne si parla e su quali campioni. Quando però si entra in un caso specifico, vanno considerate le variabili che possono aver influenzato quel singolo caso. E…