paura per la nube tossica

È grave il bilancio dell’incendio che da mercoledì 13 ottobre sta interessando un’azienda di logistica di Ariola, in provincia di Benevento. Scuole chiuse, danni ingenti, finestre chiuse per evitare di respirare l’aria e anche un vigile del fuoco ricoverato in ospedale per intossicazione.

Come detto, il rogo è divampato mercoledì 13 ottobre all’interno di un capannone industriale della Sata, l’azienda che produce componenti in plastica per settore automotive. Dall’azienda si è alzata una colonna di denso fumo nero e per questo motivo i sindaci della zona hanno chiesto ai cittadini di non uscire dalle proprie abitazioni e di tenere le finestre chiuse. Le fiamme e il fumo sono visibili in tutta la Valle Caudina, fino ai confinanti paesi del Casertano, e la nube tossica ha raggiunto anche Caserta e Napoli.

Incendio ad Ariola: nube tossica, scuole chiuse e mercato annullato

Sul posto sono intervenute numerose squadre di vigili del fuoco sia di Benevento che di Caserta. Il vice sindaco di Airola, Michele Napoletano, sul posto ha definito la situazione “drammatica”. Sul posto sono intervenuti anche i tecnici dell’Arpac, l’Agenzia regionale protezione ambientale della Campania, per monitorare la qualità dell’aria. “Dal tardo pomeriggio…