Patrizia Pellegrino “ho adottato un bimbo”/ “Orfanotrofi russi come carceri militari”

Patrizia Pellegrino è stata ospite nella puntata di oggi di Uno Mattina in Famiglia. Insieme al padrone di casa, Tiberio Timperi, ha affrontato l’argomento legato agli orfanotrofi. Lei è mamma di tre figli, di cui uno, il primogenito, adottato. “Quando siamo andati a San Pietroburgo a conoscerlo e portarlo a casa con noi Gregory aveva tre anni”, ha spiegato l’ospite del programma di Rai1. “Era piccolissimo e mi ricordo, appena l’ho visto, di aver provato un senso di smarrimento perché ho desiderato così tanto avere un figlio che quando mi è stato davanti ero un pochino emozionata”, ha aggiunto.

Oggi ha 29 anni e su questa adozione Patrizia ha scritto un libro. A San Pietroburgo l’atmosfera è stata tutt’altro che piacevole: “Voi non avete idea di cos’è un orfanotrofio in Russia. La tristezza più assoluta, sembrava di entrare in una sorta di carcere militare”, ha svelato la Pellegrino. Qui i bambini giocavano in una stanzetta piccola, tutti ammassati, con pochi giochi rotti a disposizione. Quando lei e suo marito sono arrivati le è stato messo davanti Gregory: “Era un bambino delizioso, piccolo, molto fragile, bruttino assai devo dire,…