Parit di genere, donne sfavorite dal Covid: occupazione femminile al 49% (minimo dal 2013)

Il passo indietro dell’occupazione femminile

Per le donne la pandemia stato un duro colpo sul fronte del lavoro con l’occupazione femminile al 49%, il dato peggiore dal 2013. A denunciare la situazione il Bilancio di genere 2021 a cura del Dipartimento della ragioneria generale dello Stato che sar presentato in Senato dalla sottosegretaria al Mef, Maria Cecilia Guerra, nei prossimi giorni. L’indagine analizza il bilancio pubblico sulla base di 128 indicatori focalizzati sulla differenza uomo-donna. Dall’analisi emerge come la crisi generata dal Covid ha accentuato le differenze a svantaggio delle donne: per la prima volta dal 2013 scende il tasso di occupazione femminile e aumenta la distanza con gli uomini arrivando a 18,2 punti in meno. Ma vediamo nel dettaglio quali categorie hanno pagato il prezzo pi alto nella pandemia e come evolve (o involve) l’occupazione femminile.