Papa ai nativi del Nord: “Da voi dobbiamo imparare come custodire l’ambiente”

IQALUIT – “Bisogna custodire un rapporto sano e amoroso con l’intero creato”. Francesco conclude il suo viaggio apostolico in Canada con una tappa nell’estremo Nord del Paese, a Iqaluit, capitale del Territorio di Nunavut, a ridosso del Circolo polare artico dove il riscaldamento climatico scoglie i ghiacciai come non era mai accaduto negli ultimi decenni. E qui, incontrando nella scuola elementare, in privato, alcuni alunni delle ex scuole residenziali per gli indigeni, e subito dopo i giovani e gli anziani nell’adiacente piazzale, parla della necessità di “prendersi cura, tramandare la cura della terra, cura per le persone, cura per la storia”.

Iqaluit, “luogo di molti pesci” in lingua inuktitut, dista appena 300 chilometri dal circolo polare artico: una strada, la famosa “strada verso il nulla”, costeggia laghi, dolci colline e tundra senza poi portare da nessuna parte. La città ospita la più grande comunità di Inuit (3.900 persone circa),…