“Ortodossi filorussi”: in Ucraina la guerra è anche di religione

KRIVNE (Ucraina) – Sono affollati i monasteri di rito orientale, chiesa ortodossa ucraina che non ha mai reciso il rapporto con il Patriarcato di Mosca. Nelle messe del pomeriggio, ed è sabato, i sacerdoti sono giù dall’altare. I fedeli, attorno e vicini, si segnano con la croce a ogni passo della lettura biblica. Il vescovo si alterna con i sacerdoti in ordine gerarchico: recita una liturgia lunga almeno due ore e rapsodica, continuamente cantata.