ora è al sicuro- Corriere.it

La giovane venne resa famosa dalla fotografia di McCurry apparsa sulla copertina del National Geographic del 1985. La ragazza giunta a Roma con l’intervento di Palazzo Chigi e verr inserita in un programma di accoglienza

giunta a Roma la cittadina afghana Sharbat Gula, la bambina ritratta da Steve McCurry e apparsa sulla copertina del National Geographic Magazine nel 1985. Una figura che acquis notoriet planetaria, sino a simboleggiare le vicissitudini e i conflitti della fase storica che l’Afghanistan e il suo popolo stavano attraversando. A dare la notizia Palazzo Chigi, sottolineando come la Presidenza del Consiglio abbia propiziato e organizzato il trasferimento in Italia, nel pi ampio contesto del programma di evacuazione dei cittadini afghani e del piano del Governo per la loro accoglienza e integrazione. Era stata lei stessa (qui la sua storia) a chiedere di essere aiutata a lasciare il proprio Paese, ricorda ancora la nota.

L’immagine diventata celebre in tutto il mondo quella di una ragazza adolescente — che all’epoca aveva 12 anni —, che guarda con i suoi intensi occhi verdi la macchina fotografica. Quello scatto — ripreso nel 1984 all’interno di un campo profughi di Peshawar — divenne la copertina di giugno 1985 del mensile. I suoi…