Onu, oggi l’incontro dei leader all’Assemblea Generale. Guterres: “Il mondo è in grave pericolo”

NEW YORK – “Il mondo è in grave pericolo”. Non fa alcuna concessione il segretario generale delle Nazioni Unite, il portoghese Antonio Guterres, introducendo l’incontro tra i leader del pianeta all’Assemblea Generale che oggi, per la prima volta in tre anni a causa della pandemia, si ritrovano personalmente insieme, faccia a faccia con i grandi temi del nostro tempo.

Guterres ha voluto immediatamente mettere sul tavolo il “pericolo”: l’emergenza climatica, gli effetti distorsivi che la pandemia sta creando nelle economie mondiali creando povertà e disuguaglianze, le divisioni tra le grandi potenze innescate dalla guerra in Ucraina. Salvare il pianeta, nelle parole del segretario generale, diventa così un “compito immenso” che Guterres si appresta a riassumere nel suo discorso sullo stato del mondo in apertura dei lavori della 77mo meeting dei leader all’Assemblea Generale, che ha già in lista gli interventi di circa 150 capi di Stato e di governo.

In cima all’agenda, l’invasione russa in Ucraina, che non rappresenta soltanto la violazione della sovranità di un Paese ma ha concretamente messo il mondo di fronte al pericolo di una catastrofe nucleare. Altra conseguenza del conflitto, la drammatica…