Omicidio Willy, i fratelli Bianchi prendevano il reddito di cittadinanza

I quattro arrestati per l’omicidio di Willy Monteiro Duarte percepivano il reddito di cittadinanza ma non ne avevano diritto. È la conclusione alla quale sono arrivati gli investigatori dopo i primi dieci giorni di indagine della guardia di finanza. Insomma, La bella vita dei fratelli Marco e Gabriele Bianchi, Mario Pincarelli (tutti a Rebibbia) e Francesco Belleggia (ai domiciliari) era pagata coi soldi del reddito di cittadinanza.

“Una vera e propria vita Smeralda, da cinepattone – sottolinea Franco Bechis sul Tempo -. Vacanze a Palma di Majorca, poi in barca all’isola di Palmarola annaffiate da bevute di champagne. E ancora sulla costiera amalfitana e a Positano in un albergo con colazione e vista da urlo, macchina con autista per trasferirsi durante le serate in locali esclusivi dove brindare e mangiare. O nel resort umbro da 250 euro a notte nella campagna di Marsciano”. (Continua a leggere dopo la foto)

A chiedere chiarimenti sul reddito di cittadinanza ai quattro giovani, dopo che la notizia è emersa sui media, il capogruppo di Fratelli d’Italia alla Camera Francesco Lollobrigida, che ha annunciato un’interrogazione parlamentare a Montecitorio. “È vero che i quattro accusati del…