Omicidio Willy Duarte, arriva la resa dei conti: chiesto l’ergastolo per gli assassini

Un’aggressione letale senza remore. Vittima un ragazzino pestato da un’orda di coetanei senza minimo scrupolo. I fatti aggiornati.

aggressione ( foto da instagram)

«Una aggressione becera messa in atto da quattro individui in danno di un ragazzino”. Questo quanto constatato dal Pm che ha preso in esame la terribile vicenda che ha visto coinvolto Willy e il suo atto di coraggio.

Willy Monteiro Duarte era nato a Roma ma i genitori erano originari dell‘Isola di Capo Verde. Nella sera del 6 settembre 2020 in una periferia romana, e precisamente a Colleferro, il giovane ragazzo ha perso la vita.

La peculiarità di difendere un amico in difficoltà gli è costato caro. I responsabili dell’omicidio corrispondono al nome di Gabriele e Marco Bianchi. Due fratelli esperti di arte marziale tatuati e già pregiudicati per i loro miserabili atti.

Aggressione violenta di Willy alla resa dei conti

Infatti erano già conosciuti dalle forze dell’ordine per via di spaccio e pestaggio. In seguito alla terribile morte del ragazzo, il Governo ha dato vita ad un premio onorifico alla memoria di Willy con la medaglia d’oro al valore civile.