Omicidio Saman Abbas: il giuramento sul Corano

Nuovi particolari agghiaccianti sull’omicidio di Saman Abbas, la 18 scomparsa nel nulla il 30 aprile scorso da Novellara, in provincia di Reggio Emilia. La confessione del padre della giovane sarebbe emersa alla luce di una telefonata dell’uomo a un parente in Italia a poco più di un mese dalla scomparsa della figlia. Tutto risalirebbbe all’8 giugno del 2021, quando Shabbar Abbas e la moglie si sarebbero dati alla fuga in Pakistan.

“Per me la dignità degli altri non è più importante della mia. Io ho lasciato mio figlio in Italia. Ho ucciso mia figlia e sono venuto, non me ne frega nulla di nessuno”, le parole di Shabbar, padre di Saman, al parente con il quale parlava al telefono. “Io sono già morto, l’ho uccisa io, l’ho uccisa per la mia dignità e per il mio onore. Noi l’abbiamo uccisa”, le dichiarazioni saltate fuori dall’intercettazione resa nota pochi giorni fa. Nei confronti dei genitori della ragazza l’Italia ha inoltrato la richiesta di rogatoria.

Leggi anche: “L’ho uccisa io”. Saman Abbas, svolta choc nel caso della 18enne scomparsa. Il padre intercettato

Omicidio Saman Abbas: il giuramento sul Corano

Dopo la scomparsa di Saman, i suoi genitori sono partiti subito per il Pakistan. Un piano organizzato nei minimi dettagli, come si…