Olivier Giroud, capocannoniere di Francia e uomo decisivo al Milan: la seconda giovinezza del bomber «scorpione»

Con la doppietta contro l’Australia, da martedì sera Olivier Giroud è capocannoniere — insieme a Thierry Henry — della Nazionale francese. Il bomber del Milan, 36 anni, è anche il più anziano marcatore dei Bleus nella storia della Coppa del Mondo. Per arrivare a quota 51 con la Francia, Olivier ha impiegato 115 incontri, mentre Henry ne ha disputati 123. Non segnava in un Mondiale da Brasile 2014 (5-2 contro la Svizzera, perché va anche detto che nel trionfale Mondiale 2018 non aveva segnato nemmeno un gol, e che da allora ha saltato buona parte delle qualificazioni ai Mondiali e dell’ultima Nations League perché non convocato. Il suo stato di forma con il Milan, però, gli è valso un posto per Qatar 2022 e, a seguire, l’infortunio drammatico del Pallone d’oro Karim Benzema è diventato la sua chance per essere titolare.
Un gran bel traguardo, quello delle 51 reti. Il primato di Henry resisteva dal lontano 2009. Tredici anni dopo, l’ex attaccante di Juventus, Arsenal e Barcellona è stato raggiunto da Olivier.