“Occhio ai Tar, il Pnrr è a rischio”. Parla il viceministro Bignami

Galeazzo Bignami, viceministro dei Trasporti in quota Fratelli d’Italia è preoccupato. “Con questa logica – dice – qualsiasi opera è a rischio, così si mette in pericolo l’intera struttura del Pnrr nel nostro paese”. La logica allarmante che, dice “rischia di far saltare tutto”, è quella contenuta nelle 55 pagine della sentenza del Tar della Puglia che mercoledì ha accolto il ricorso di alcuni cittadini e di un comitato ambientalista per l’annullamento della delibera regionale che ha autorizzato il nuovo nodo ferroviario di Bari Sud, un’opera da 406 milioni di euro, di cui più della metà di fondi Pnrr. La notizia non poteva non fare rumore. Si tratta del primo stop da parte di un tribunale di un’opera finanziata dal piano europeo. La decisione del tribunale amministrativo si regge, tra gli altri, su un motivo. 

Abbonati per continuare a leggere

Sei già abbonato? Resta informato ovunque ti trovi grazie alla nostra offerta digitale

Le inchieste, gli editoriali, le newsletter. I grandi temi di attualità sui dispositivi che preferisci, approfondimenti quotidiani dall’Italia e dal Mondo

Il foglio web a € 8,00…