nuovi posti di lavoro a Lecco- Corriere.it

Nel mese di aprile hanno fatto il closing, rilevando da Teva, colosso farmaceutico israeliano quotato a Wall Street, un impianto dismesso a Bulciago, provincia di Lecco. Sabato 10 settembre quell’impianto riaprirà assumendo 45 persone delle oltre cento che avevano perso il posto. «Ma questa fabbrica può dare lavoro fino anche a 150 profili qualificati» sostiene Gianpaolo Negrisoli, titolare e ceo di Flamma che sta per Fabbrica Lombarda AmminoAcidi, azienda bergamasca da 121,5 milioni di giro d’affari: produce principi attivi per l’industria farmaceutica. Nel 2022 il fatturato è previsto ancora in crescita ma ci sarà una contrazione sui margini, causa impennata dei costi dell’energia elettrica (più 110%).

Dal Dragone a Lecco

Nel mondo i dipendenti sono

700 di cui 400 in Italia e 300 in altri Paesi, dagli Usa alla Cina. Proprio nel paese del Dragone il gruppo era arrivato nel 2001, delocalizzando come facevano tutti, e con successo: il partner locale fatturava all’epoca quattro milioni di dollari, oggi è arrivato a 300 milioni. Ma la pandemia prima e la guerra in Ucraina poi, hanno cambiato il mondo e pure le prospettive delle imprese. Per questo motivo, ora Flamma fa reshoring e comincia a riportare in Italia (nel plant di Bulciago) una parte di…