Nuova strage in California, 7 contadini cinesi uccisi a San Francisco: arrestato un 67enne

Ancora sangue in California. A poche ore dalla strage nella sala da ballo di Los Angeles, un uomo apre il fuoco e uccide sette persone nell’area di Half Bay Moon, nella contea di San Mateo a sud di San Francisco. Il killer è sotto la custodia degli agenti, che lo hanno trovato nel parcheggio di una stazione di polizia nelle vicinanze.

L’uomo è stato identificato nel 67enne Zhao Chunli e le vittime, secondo indiscrezioni, sono contadini cinesi.  “E’ stato fermato senza problemi e l’arma recuperata. Non c’è alcuna minaccia per la comunità”, afferma la polizia. Chunli ha aperto il fuoco nel primo pomeriggio in due diverse località non distanti l’una dall’altra. I motivi del gesto folle non sono ancora noti e la polizia sta indagando per cercare di fare luce sull’accaduto.

“Due ore fa ero con i miei colleghi a una veglia per le vittime” della sala da ballo di Monterey Park, ma non c’è stato tempo per ricordarle che “si è verificata subito un’altra sparatoria di massa, questa volta a Half Bay Moon”, twitta il deputato Marc Berman. Gli fa eco il senatore della California Josh Becker: “farò il possibile per sostenere il Dipartimento dello sceriffo della contea di San Mateo e i funzionari di Half Moon Bay…