«Numeri per il bingo, basta wrestling». Poi il «consiglio» inviato a Draghi- Corriere.it

di Claudio Bozza

Il leader di Italia viva e le metafore sulla partita per il Colle. Parla con tutti ma nega ogni incontro o telefonata, compresa quella al premier per favorire lo sblocco: nomina un vicepremier…

Parla con tutti, ma nega ogni incontro, ogni telefonata, compresa quella (delicata) a Mario Draghi. È consapevole della «sacralità politica» del momento Matteo Renzi, ma non rinuncia a battute per commentare lo stallo sul Quirinale
: «Spero che le prossime ore siano decisive — dice il leader di Italia viva —, perché si passi dal wrestling di queste ore alla politica». Il riferimento a «quelli che si danno i cazzotti per finta» è una delle sue metafore preferite. Ma poi arriva anche quella cabalistica: «Le cinquine del centrodestra? Vanno bene a tombola — aggiunge riferendosi ai nomi del leader della Lega, poi ridotti a tre —. Chi ha il candidato lo tiri fuori. Questa però non è una sala bingo».

Sul suo calendario, da tempo, l’ex premier ha cerchiato due date di rosso: «27 e 28 gennaio, il presidente si eleggerà non oltre la quinta votazione», rammenta. Vedremo se la previsione sarà o meno azzeccata. Il senatore di Firenze, intanto, per la maratona Quirinale punta la sveglia alle 6.15 per andare a correre: Lungotevere, Gianicolo,…