NES Classic Mini non teme i tentativi di Hacking
NES Classic Mini non teme i tentativi di Hacking
Modding

NES Classic Mini non teme i tentativi di Hacking

Modificare la riedizione dello storico Nintendo Entertainment System potrebbe essere un’operazione più complessa del previsto



Al momento sarà dura da accettare per gli amanti folli del retrogaming, ma il NES Classic Mini potrebbe essere davvero ostico da modificare. Stando a quanto mostrato e analizzato da Peter Brown, senior reviews editor di GameSpot, non sarà affatto semplice eseguire degli hack sulla console per eseguire i propri videogiochi – sia tramite softmodding, sia tramite l'utilizzo di lettori di cartucce esterni – in aggiunta ai 30 titoli ufficialmente caricati nella ROM principale.

Come ampiamente previsto, l’hardware del NES Classic Mini non ha nulla a che vedere con i chip inseriti nel Nintendo Entertainment System degli anni ’80, favorendo invece l’esecuzione dei videogiochi attraverso una forma proprietaria di emulazione software. Un chiaro tentativo di voler limitare le possibilità di modifica amatoriale da parte degli utenti finali.

Il motivo è semplice. I 30 videogiochi e il sistema operativo che esegue l’emulazione, sono memorizzati all’interno di una memoria flash da 4 GBit, fornita di un’area OTP (sezione programmabile una sola volta, fra l’altro non menzionata nel manuale tecnico) di sicurezza saldata sulla piastra madre, la quale rende piuttosto difficile, se non impossibile, modificare il sistema senza rischio di danneggiare la console o comprometterne la garanzia.

In sostanza, la semplicità di modifica software goduta con Wii e Wii U è soltanto un dolce ricordo. Di conseguenza, la speranza di poter giocare all’intera libreria NES attraverso la sua mini riedizione si è pesantemente affievolita, nonostante sarebbe stato di gran lunga gradito l’utilizzo - anche opzionale - di un lettore di cartucce esterne, in modo da potersi godere gli originali titoli posseduti in un formato più consono agli standard TV odierni.

Il NES Classic Mini sarà in vendita a partire dal prossimo 11 novembre.


Approfondimenti

  • controller console videogiochi
    Perchè il feeling del retrogaming rischia ancora di togliere lo scettro ai titoli 'Tripla A' e la tanto sognata Realtà Virtuale

  • blog comments powered by Disqus