“Non si è ucciso, ma troppi medicinali”

News

Roberto parla della scomparsa dell’attore, trovato senza vita la sera del 30 dicembre, ed esclude l’ipotesi suicidio

Nessuno pensa che Paolo Calissano si sia suicidato e a chi gli era vicino questa ipotesi inizia a dar fastidio. L’attore voleva vivere, questo è il messaggio lanciato da chi lo conosceva. Era pieno di progetti che voleva realizzare e questo basterebbe a dimostrare che non aveva intenzioni suicide. Tuttavia oggi il fratello di Paolo Calissano ha fornito una versione dei fatti che lascia pensare a una fatalità, un incidente, una disgrazia. A sentire Roberto, questo il nome del fratello, è stato il settimanale Oggi, che ha raccolto le sue dichiarazioni in esclusiva.

Roberto come anche l’ex fidanzata di Calissano non pensano minimamente che si sia trattato di suicidio. Nonostante l’attore fosse molto depresso, come confermato anche dal fratello, aveva lavorato a tanti progetti e aveva lottato per realizzarli. Per Roberto Calissano, fratello di Paolo, proprio non doveva finire così. Lui è convinto che l’attore non si sia ucciso, esclude categoricamente questa ipotesi. Lui era a conoscenza del malessere del fratello, ne era consapevole, ma nonostante ciò non si sarebbe mai spinto a compiere un gesto…