non paga cedole per 82,5 milioni. Lo spettro del fallimento- Corriere.it

Crisi senza fine per Evergrande. Il colosso del mercato immobiliare cinese non riuscito a rimborsare i suoi creditori, e il governo di Pechino si sta muovendo per evitare il fallimento del gruppo, schiacciato da debiti miliardari. La societ conta circa 260 miliardi di euro di debiti e ha lottato per diversi mesi per onorare i pagamenti degli interessi e le consegne degli appartamenti in costruzione. Tuttavia secondo alcuni obbligazionisti non sarebbe riuscito a rimborsare cedole offshore per 82,5 milioni di dollari (73,1 milioni di euro) entro i 30 giorni di tolleranza, scaduti il 6 dicembre. Il rischio il default della societ.

I precedenti

Si conferma quindi critica la situazione della societ di Shenzhen. Gi a settembre il gruppo non era riuscito a rispettare diverse scadenze e aveva sospeso la quotazione alla Borsa di Hong Kong. Ad ottobre il presidente di Evergrande Xu Jiayin ha addirittura venduto beni personali per un valore di oltre 7 miliardi di yuan,circa1,1 miliardi di dollari, per sostenere la compagnia in difficolt. Fino ad oggi il colosso per era riuscito a ripagare i suoi creditori prima della scadenza del periodo di tolleranza.


Le prospettive

Per far fronte alle difficolt Evergrande ha istituito un comitato per la gestione dei rischi guidato dal suo…