“Non hi mai visto nulla di simile”. E aveva gestito Enron….

Vi diamo una vaga idea del caos e dello scandalo che sta risultando dalla bancarotta dell’exchange FTX: il nuovo amministratore delegato e liquidatore di FTX, John Ray III,  ha anche supervisionato lo scioglimento e la liquidazione di Enron, per cui è un discreto esperto di buchi neri societari. Nonostante questo ha ammesso che “nella mia carriera non ho mai visto un così completo fallimento dei controlli aziendali e una così completa assenza di informazioni finanziarie affidabili come in questo caso“. Benvenuti nel miracolo degli exchange centralizzati e “Woke”.

Nel caso non fosse ancora abbastanza chiara la dimensione della frode di FTX , ha aggiunto che “dall’integrità compromessa dei sistemi e dalla carente supervisione normativa all’estero, alla concentrazione del controllo nelle mani di un gruppo molto ristretto di individui inesperti, non preparati e potenzialmente compromessi, ci troviamo in una  situazione è senza precedenti“.

Secondo Ray, ha individuato “solo una parte” dei beni digitali del Gruppo FTX che si spera di recuperare durante la bancarotta ex chapter 11. Finora hanno ottenuto circa un milione di dollari, cioè le briciole.  Poi  ha messo al sicuro circa 740 milioni di dollari di criptovalute in cold storage…