«Non cerco più un’azienda, mi vogliono a X Factor»- Corriere.it

di Federico Fubini

In ufficio con Camilla, collocatrice a Modena: «Artigiani introvabili». Aste al rialzo sugli stipendi

Camilla Rocca ha iniziato a sospettare che stesse accadendo qualcosa quando ha visto i curriculum di certe candidate: titolo di studi, data di nascita, residenza, poi il peso e l’altezza. A volte anche il profilo di Instagram. Per contratti impiegatizi o d’apprendistato in piccole imprese artigiane della dinamica, prospera, ordinata e magari anche lievemente perbenista provincia di Modena.

Ma non era sfrontatezza, erano altre generazioni. «Una ragazza si era candidata come amministrativa, età sui ventidue. Avevo un’offerta e l’ho chiamata. Mi ha detto: “La fermo subito, ho passato le selezioni di X Factor”» racconta Rocca, che di mestiere fa la collocatrice. Detto più propriamente, è responsabile di ricerca e selezione del personale della Confederazione nazionale
artigiani della provincia. Un’arte da psicologi, di cucitura quotidiana fra il tessuto delle imprese che continua a crescere e il tessuto della manodopera, che continua a decrescere e comunque a cambiare profondamente.

«Ci sono ordini che non riesco a chiudere per mancanza di candidati. Nessuno è adatto. Gli idraulici o i tornitori poi valgono oro, se solo si…