“Non capisco come fanno a condannare per le plusvalenze”

La Juventus potrebbe essere penalizzata di 9 punti in questo Campionato. Oggi presso la Corte federale d’Appello è discussa l’istanza di revoca della sentenza di assoluzione per il  caso plusvalenze, presentata dalla Procura della Figc. Il processo vede coinvolti nove club e più di 50 dirigenti. In attesa di sentenze sono arrivate le richieste del procuratore Chiné relative a squadra e dirigenza della Juventus: 9 punti di penalizzazione per la Juventus e 16 mesi di inibizione per Agnelli, 20 mesi e 10 giorni per Paratici, 10 mesi per Cherubini e 12 mesi per gli altri consiglieri. Sono coinvolte nel processo Empoli, Parma, Pescara, Sampdoria, Genoa, Pisa, Pro Vercelli e Novara.

Durante Radio Radio Lo Sport è intervenuto l’avvocato Afeltra per commentare le richieste del procuratore Chinè e la posizione di difesa della Juventus: “La Juventus ha fatto propria la richiesta di inammissibilità, (ovvero l’impossibilità di riaprire una vicenda già giudicata, ndr) . Io sottoporrei una questione: per la Juventus ci sono cose nuove, per le altre non ci sono, e quindi le altre società manterrebbero le stesse sanzioni che già hanno portato alla loro assoluzione a maggio, se si confermano le sanzioni senza fatti nuovi che hanno portato all’assoluzione….