«Noi conservatori una famiglia della Ue. Chi ci attacca danneggia tutta l’Italia»- Corriere.it

di Paola Di Caro

Il colloquio con la presidente di FdI: confronto su idee e progetti. Ci sentiamo eredi di un’identit e una cultura da far crescere

In una campagna elettorale di cui si ritrova ad essere — per voti, sondaggi ma anche per sua stessa rivendicazione — front runner della sua coalizione contro Enrico Letta , Giorgia Meloni sa bene che lo scontro subir una semplificazione: destra contro sinistra. E se il gioco si fa duro, fascismo contro antifascismo. Cos quando due giorni fa, sul Corriere della Sera, Ernesto Galli della Loggia ha cambiato i termini della questione, riconoscendole la definizione in cui lei si ritrova, conservatori, (d’altronde presiede il partito dei Conservatori e Riformisti europei da quasi due anni), ha apprezzato.

Certo, lei stessa oggi non si sottrae alla logica dello scontro binario destra-sinistra: l’alleanza Letta-Calenda siglata ieri fa chiarezza sulle forze in campo alle prossime elezioni. A misurarsi con il centrodestra e FdI ci sar la solita sinistra. Il Pd, la sinistra estrema e Azione, la costola del Pd presieduta dall’europarlamentare eletto nel Pd, Carlo Calenda. Semplificazioni che per non esauriscono…