«Nessuna tentazione di voto anticipato. Si arrivi a fine legislatura»- Corriere.it

di Paola Di Caro

La capogruppo dem:: Renzi? Non prendiamo lezioni

Nessuna tentazione di voto anticipato, come velatamente accusa Renzi, e nessuna preclusione al dialogo con il centrodestra, se «farà chiarezza» sul nome di Berlusconi, che non può essere sul tavolo. Simona Malpezzi, capogruppo del Pd al Senato, dà appuntamento alla riunione della direzione e dei gruppi del Pd di giovedì prossimo per fare il punto su «metodo, profilo e scenari», annuncia che lì «il segretario chiederà un mandato forte per guidare tutta la nostra comunità in questo snodo cruciale» e avverte: «Nessuno può darci lezioni di responsabilità».

Partite svantaggiati nei numeri e dal centrodestra già avvertono: niente veti nemmeno su Berlusconi.

«Noi abbiamo sempre parlato di metodo condiviso per arrivare a un nome non divisivo, di alto profilo, europeista. Mai come in questo momento c’è bisogno di eleggere un presidente con la maggioranza più ampia possibile. Il nome di Berlusconi non favorisce questo metodo».

Salvini chiede un tavolo.

«In una fase così mi immagino un tavolo condiviso ma, per sedersi tutti insieme c’è bisogno, appunto, di un metodo condiviso che porti ad un profilo non di parte. Quindi prima Salvini dovrebbe fare chiarezza con il centrodestra sul…