«Nel Tirreno un vulcano sottomarino, ma non ne conosciamo quasi nulla»- Corriere.it

di Massimo Sideri

Carlo Doglioni, presidente dell’Ingv: «Il Marsili è stato scoperto il secolo scorso, è molto grande e attivo»

Esistono nel mondo altri vulcani come l’Hunga Tonga Hunga Ha’apai che ha causato il disastro delle isole Tonga? La risposta, pur essendo affermativa, non è immediata perché i vulcani sottomarini sono giganti nascosti, spesso discreti, almeno fino a quando non decidono di uscire dall’anonimato. E anche quando si mostrano sono difficili da monitorare, come nel caso del più grande vulcano sottomarino dell’Europa e dell’area del Mediterraneo, il Marsili, che si trova nell’asse tra Palermo e Napoli ed è stato scoperto solo tra le due guerre mondiali. «Sulla Terra», spiega l’accademico dei Lincei e presidente dell’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia (Ingv), Carlo Doglioni, «vi sono in media sempre 40-50 vulcani attivi. Non abbiamo ancora informazioni dirette e diffuse dei vulcani attivi sottomarini, specie se non emergono dal livello del mare con materiale esplosivo o effusivo. Sappiamo che il fondo dell’oceano Pacifico è costellato da migliaia di vulcani, ma ne conosciamo solo una piccola parte. I vulcani sottomarini sul lato occidentale del Pacifico sono legati alla subduzione, la discesa della litosfera, il…