Nel New Jersey di Hadi Matar, che ha accoltellato Rushdie ma ora si dichiara “non colpevole”

Fairview (New Jersey) –  Ammanettato, la maglia bianco e nera e la mascherina sul viso, nel tribunale della contea di Chautauqua, Hadi Matar risponde all’accusa di tentato omicidio e aggressione dichiarandosi “non colpevole” attraverso l’avvocato d’ufficio Nathaniel Barone: nonostante abbia aggredito lo scrittore Salman Rushdie in pubblico con un atto che infatti il procuratore Jason Smith definisce “mirato e premeditato”.