nel 2022 triplicate le richieste di impianti- Corriere.it

L’Italia ha tanta voglia di rinnovabili. Un fenomeno che ha radici lontane, essendo nato gi diversi anni fa e ben prima della crisi energetica innescata quest’anno dalla guerra tra Russia e Ucraina — che sta comunque contribuendo all’accelerazione della transizione green. La loro diffusione, specialmente nell”ultimo anno, sta continuando a crescere a ritmo sostenuto. Secondo i dati di E-Distribuzione, la societ del gruppo Enel che si occupa di distribuire energia elettrica in tutta Italia, oggi sono connessi alla rete oltre un milione di produttori di rinnovabili, che si sono dotati di appositi impianti sia per generare energia, destinata all’autoconsumo, sia per immetterla nella rete a beneficio della collettivit. Tra questi non ci sono solo grandi attori o esperti di settore, ma anche clienti residenziali o piccole imprese — dice Vincenzo Ranieri, amministratore delegato di E-Distribuzione —. Questo fa s che l’Italia vanti uno dei tassi di penetrazione di impianti rinnovabili di piccola taglia tra i pi alti in Europa. Gli italiano hanno capito da tempo che il cambiamento necessario, e lo stanno mettendo in atto: nei primi nove mesi del 2022 il un numero di richieste di attivazione di impianti triplicato rispetto a tutto il 2021.

Un nuovo baricentro…