«Nel 2022 crescita prossima al 4%»- Corriere.it

Il Pil italiano crescer quest’anno a ritmi prossimi al 4 per cento. La stima stata fornita dal direttore generale della Banca d’Italia, Luigi Federico Signorini, in occasione di un webinar Swiss Re. Tali valutazioni, ha spiegato il presidente dell’Ivass, si basano sull’ipotesi che l’attuale risalita dei contagi non comporti un forte inasprimento delle misure di contenimento, grazie ai progressi della campagna di vaccinazioni e all’esperienza maturata nel convivere con l’epidemia, adottando provvedimenti pi mirati e minimizzandone cos le ripercussioni negative sull’economia. La previsione presuppone inoltre una graduale risoluzione delle strozzature dal lato dell’offerta, all’origine del recente rallentamento del commercio globale. L’evoluzione della pandemia, le difficolt di approvvigionamento degli input produttivi e i rincari energetici continueranno a essere i fattori determinanti per le prospettive di crescita nel breve termine, ha proseguito Signorini.

Ripresa robusta a primavera

Secondo il dg di Palazzo Koch, comunque, l’attivit economica tornerebbe a espandersi in misura sostenuta dalla primavera, trainata principalmente dalla domanda interna. I consumi delle famiglie, frenati nella prima parte dell’anno dall’incertezza…