Nathan Englander: "Sono scioccato dall'aggressione a Rushdie, onestamente non ce l'aspettavamo più"

Lo scrittore newyorchese confessa di aver pensato fosse un atto dimostrativo non grave e solo dopo aver realizzato la serietà