Natale e regole Covid, cosa dicono egli esperti

A meno di un mese da Natale, con il rischio zona gialla per l’aumento dei contagi in più di una regione e con lo spettro della variante Omicron, si prospettano ancora feste condizionate dal Covid, con regole, misure e restrizioni. Alcuni esperti sconsigliano ancora per quest’anno le lunghe tavolate, i baci e gli abbracci, tenendo i bambini a distanza dai nonni. Altri consigliano prudenza, ma ricordano l’importanza della vaccinazione e della terza dose.

LOPALCO: “PER NONNI VACCINATI RISCHIO DA CONTATTI CON NIPOTI RIDOTTO”

“Durante le feste natalizie se i nonni sono vaccinati, il rischio rispetto al contatto con i nipotini si riduce di molto. Se papà e mamma sono vaccinati, ancora di più. Se anche i nipoti fossero vaccinati sarebbe il massimo, ma ancora il vaccino per i piccoli non è disponibile. Quest’anno però la cena di Natale in famiglia può essere più serena rispetto allo scorso anno”, ha detto all’Adnkronos Salute Pier Luigi Lopalco, epidemiologo ed ex assessore alla Sanità della Puglia.

BASSETTI: “CORRIAMO CON TERZE DOSI A NONNI”

Sulla stessa linea Matteo Bassetti. “E’ chiaro che dobbiamo spingere sulle terze dosi ai nonni e recuperare con le prime dose. Ma il Natale deve essere quello che conosciamo da…