Mutui più cari e difficili da ottenere: il tasso medio sale al 2,37%

Mutui più cari: le analisi Bankitalia

Mutui più cari e più difficili da ottenere. Lo dice la Banca d’Italia con due differenti analisi. La prima è l’aggiornamento del rapporto trimestrale sul mercato delle abitazioni, condotta presso 1.465 agenzie di mediazione, da cui emerge non solo che la domanda di case è ancora vivace e i prezzi tengono ma anche che un quarto delle agenzie (il 23,9 per cento, cinque punti in più rispetto al primo trimestre 2022) segnala difficoltà da parte dei potenziali acquirenti a ottenere il mutuo. Il secondo studio è contenuto nell’ultima pubblicazione di «Banche e moneta» che segnala come a giugno il tasso effettivo medio per le operazioni relative all’acquisto di abitazioni si sia attestato al 2,37%, con un incremento di 10 centesimi rispetto al mese precedente. Di nove centesimi di punto l’incremento per il credito al consumo, che hanno raggiunto un tasso medio dell’8,34%.