Mosca cercherà di paralizzare il conflitto, Kiev di lanciare nuove offensive- Corriere.it

Il taccuino di oggi parte dall’analisi di un esperto, l’ex generale americano Mark Hertling. Interessante, poi, il ruolo degli Emirati Arabi: Mohammed bin Zayed ha incontrato di recente Putin

Non importa l’arma usata, contano gli effetti. E i continui report su una prossima mancanza di missili nell’arsenale di Vladimir Putin contrastano, per ora, con la tragica situazione nelle citt ucraine. Milioni di persone senza luce ed acqua proprio a causa dei bombardamenti. La resistenza ha bisogno di uno scudo per proteggersi dalla minaccia ma sono altrettanto indispensabili i generatori. Nell’ultimo pacchetto deciso dagli Usa, insieme alle munizioni, ne sono stati inseriti 200. Una goccia. Il taccuino di oggi parte dall’analisi di un esperto, l’ex generale americano Mark Hertling, una delle voci pi interessanti. A seguire i suoi spunti.

La nuova fase

Mosca cercher di congelare il conflitto come ha gi fatto in altre crisi regionali, una pausa per poter riorganizzare le sue forze e ripartire all’assalto. Possibile un ulteriore mobilitazione che per potrebbe non essere decisiva mentre appare improbabile un coinvolgimento della Bielorussia. Crescer, invece, il ruolo dell’Iran attraverso invio di armi (droni, missili). destinata a proseguire la campagna di terrore con…