Morte bianca, perde la vita un esperto artificiere. Le prime ricostruzioni

Un dramma che ha davvero lasciato attoniti e che nessuno si sarebbe aspettato. Al momento, si stanno effettuando le indagini del caso.

Carabinieri (Facebook)

Una vera e propria disgrazia che non soltanto ha decisamente rattristato per la situazione in sé, ma anche per il fatto che la vittima, in passato, aveva affrontato prove ben più difficili e pericolose da cui era sempre uscito indenne.

Sembra incredibile, infatti, che abbia perso la vita in questo modo, dopo che aveva saputo svolgere a dovere il suo servizio anche in frangenti alquanto insidiosi.

E, invece, purtroppo, è stata proprio questa la fine che non ha lasciato speranze a un artificiere che, secondo fonti ufficiali, militava da tempo alla polveriera denominata La Barbera di cui peraltro ne era il comandante.

Negli anni precedenti, Andrea Fagiani, questo il nome dell’infortunato, si era persino distinto per diverse missioni all’estero, rischiando di lasciarci la pelle e dimostrando un’idonea professionalità.

Tuttavia, è a Narni, in provincia di Terni e sede della suddetta struttura, che è stato trovato il suo corpo esamine probabilmente il giorno dopo dell’incidente.

Gli altri particolari della vicenda