«Morata non parte, recuperiamo Chiesa e Dybala. Scudetto? Può perderlo solo l’Inter»- Corriere.it

di Filippo Bonsignore

Il tecnico presenta la partita con il Napoli: «La mia opinione personale non conta nulla: ci sono delle regole che vanno rispettate. Credo che domani giocheremo»

«Morata non parte». Massimiliano Allegri chiude in un attimo il caso, esploso alla vigilia di Capodanno, dell’attaccante spagnolo pronto a trasferirsi in questa sessione di mercato al Barcellona. «Gli ho parlato e gli ho detto: da qui non ti muovi — spiega il tecnico della Juventus —. Alvaro ha fatto 20 gol lo scorso anno e già 7 quest’anno. Il suo problema è che viene visto come quello cui manca sempre qualcosa ma per trovare uno meglio di lui bisognerebbe prendere uno tra i quattro-cinque più grandi attaccanti che ci sono.
Morata resta con grande entusiasmo, chiuso il discorso».

Max chiude le porte, quindi, all’addio del bomber e a nuovi arrivi: «Al 99% la rosa rimane questa. Le rivoluzioni e gli acquisti a gennaio incidono poco; la squadra non può fare altro che migliorare. Serve un innesto in attacco? Errore. L’attacco ha fatto i gol che doveva, piuttosto mancano dai centrocampisti, dalle palle inattive. Abbiamo recuperato Chiesa e Dybala che sono sicuro ci daranno una grossa mano e faranno quattro mesi alla grande».

I nuovi acquisti possono essere…