Montenegro: uccide due bambini e spara sulla folla, 11 morti

Ha ucciso prima una madre e i suoi due figli. Poi ha aperto il fuoco sulla folla. Un uomo di 34 anni ha provocato la morte di 10 persone a Cettigne, una località turistica del Montenegro. La strage è cominciata in una casa: l’aggressore è prima entrato nell’abitazione – di sua proprietà – assassinando a fucilate l’inquilina che l’aveva in affitto e due bambini di 8 e 11 anni. Poi è uscito in strada e ha cominciato a sparare in modo indiscriminato sui passanti, uccidendone sette, prima di essere abbattuto dalle forze dell’ordine. Alcune testate locali però sostengono che il trentaquattrenne non sia morto in uno scontro a fuoco con la polizia ma sia stato ucciso da un civile armato.

(reuters)

“Per ora, non è chiaro cosa abbia spinto l’uomo a commettere un atto così atroce” ha detto la procuratrice Andrijana Nastic in una conferenza stampa.

(reuters)

Secondo Nastic, la strage potrebbe essere partita da una lite familiare ma non è stato ancora confermato che l’aggressore avesse rapporti di parentela con la donna e i due bambini uccisi per primi.

Altre sei persone, ferite, sono attualmente in cura in ospedale. Tre sono gravi. Il primo ministro Dritan Abazovic ha detto che…