Modena, arrestato imprenditore Biagio Passaro

I militari del comando provinciale della Guardia di finanza di Modena hanno arrestato l’imprenditore e leader di ‘IoApro’ Biagio Passaro, già arrestato e poi scarcerato per l’assalto alla Cgil a Roma avvenuto nell’ottobre di un anno fa. Le accuse per l’imprenditore di Castelfranco Emilia, a capo di un gruppo operante nel settore della ristorazione, sono di bancarotta fraudolenta, indebita percezione di erogazioni pubbliche e autoriciclaggio. Cinque in tutto gli indagati: secondo quanto emerso dalle indagini nello loro qualità di amministratori di fatto e di diritto di una società dichiarata fallita nel settembre 2020, avrebbero sottratto alla disponibilità della procedura fallimentare i libri, i registri e le altre scritture contabili previste dalla legge al fine di creare pregiudizio ai creditori, nonché distratto dalle casse sociali oltre 660mila euro – in gran parte utilizzati per fini personali – provocando il dissesto della società e un passivo fallimentare di oltre 1,4 milioni, riferito a debiti nei confronti di dipendenti, Erario e fornitori.

I finanzieri di Modena hanno ricostruito operazioni di autoriciclaggio per complessivi 150mila euro, poste in essere attraverso il trasferimento del provento illecito…