“Mio zio Papa Francesco, che diede il suo passaporto a un dissidente in fuga”: intervista a José Luis Narvaja, nipote di Bergoglio

ROMA – Il nipote del Papa, nel Rinascimento, era un personaggio intrigante, altero, gradasso. L’esatto contrario di padre José Luis Narvaja, argentino come lo zio, gesuita come lo zio, nipote di papa Francesco. Figlio di Marta, una delle sorelle di Jorge Mario Bergoglio, dopo anni di studio nel suo paese, e poi in Italia e in Germania, oggi si divide tra Argentina e Roma, dove insegna patristica al Pontificio Istituto Biblico, e si tiene a distanza da qualsiasi coinvolgimento nel governo di Francesco.